5 modi per liberarsi degli oggetti inutili e avere una casa ordinata

5 modi per liberarsi degli oggetti inutili e avere una casa ordinata
Ultime notizie Rita Guitto

Chi non ha casa invasa da oggetti inutili che non usi da tempo, o peggio, non hai mai usato? Liberarsene può fare solo bene. Ecco come fare senza troppa fatica

Scarpe che non metti perché scomode, vestiti che non entrano ma che “prima o poi rimetterai”, regali indesiderati, cose che avrai usato solo una volta. Tutti noi abbiamo in casa oggetti di cui non abbiamo assolutamente bisogno.
Lo stile di vita occidentale ci porta inevitabilmente ad acquistare compulsivamente anche cose che non servono e che non faranno che affollare la casa, soprattutto se abiti in città e vivi in un semplice appartamento. Ammucchiare oggetti significa anche diminuire il proprio spazio vitale, creare caos che non fa per nulla bene al proprio stato d’animo. È importantissimo, quindi, liberarsi del superfluo, non solo per creare ordine ma anche per stare meglio con se stessi, facendo circolare energia positiva.
È arrivata l’ora di chiedersi cosa ti serve e cosa no. Via alle riviste che “poi leggerai”, basta pensare “può servire”. Liberati dagli oggetti danneggiati come tazze e piatti sbeccati, maglioni sformati, calzini bucati. Come fare? Te lo spieghiamo noi!

Butta via gli oggetti inutili: quali sono i vantaggi

Cosa si guadagna a liberarsi degli oggetti inutili? Sicuramente, ordine, pace e tranquillità, ma soprattutto:

  • Non perderai più le tue cose più importanti: senza oggetti inutili che affollano ogni luogo, le cose che ti servono realmente avranno il loro posto preciso e non sarai più costretto a cercare le chiavi della macchina dappertutto.
  • Avrai molto più spazio: avere spazio vitale è importantissimo. Liberarti da quello che non ti serve ti aiuterà a liberarti anche dallo stress, poiché il superfluo appesantisce la vista e crea un ambiente opprimente.
  • Sarà più facile pulire: meno cose hai in casa, più facile sarà pulirla e metterla in ordine. Avrai, inoltre, più tempo per te stesso.

Come liberarsi del superfluo: 5 metodi

Dirlo è più facile che farlo, ovviamente. Buttare ciò che non ci serve non è sempre semplice, ma in realtà basta cominciare dalle cose più semplici. Gli oggetti che tendiamo ad accumulare di più, infatti, sono fatti di carta come i giornali vecchi che non hai ancora letto, biglietti da visita di persone che probabilmente non contatterai mai, manuali d’istruzioni di oggetti che nemmeno hai più o vecchi materiali di scuola e università.
Altri elementi da eliminare assolutamente sono gli indumenti rovinati, che difficilmente indosserai ancora, vecchi mazzi di chiavi sconosciuti, apparecchi elettronici guasti, che non troverai mail il tempo di riparare, o obsoleti.
Ecco 5 metodi per liberarti definitivamente degli oggetti inutili.

1. Segui la regola dei sei mesi

La formula vincente è la famosa “regola dei 6 mesi”. Ossia, se un oggetto non viene usato per ben sei mesi, allora significa che non ti serve. È ora di buttarlo via, regalarlo, riciclarlo.

2. Se compri una cosa, buttane un’altra

Ogni cosa che compri deve sostituirne un’altra che butterai. Prima di comprare un nuovo libro o un nuovo soprammobile, butta qualcosa che non ti serve. Se non hai nulla da buttare, però, significa che hai tutto e non ti serve comprare altro.

3. Vivi il presente

Evita di conservare oggetti per eventuali occasioni future poiché saranno cose destinate ad invecchiare senza mai essere usate. Vivi il presente e usale subito, o se non ti servono regalale a qualcun altro. Lo stesso discorso vale per i ricordi: avrai sicuramente cassetti e mensole straripanti di oggetti che ti ricordano qualcosa o qualcuno, ma prova a ragionarci su. Sono davvero dei ricordi?

4. Alcune cose vanno buttate subito, senza pensarci

Alcuni oggetti vanno buttati via senza nemmeno pensarci un attimo. Tra questi i volantini, la pubblicità, i cataloghi e le cose che hai stipato in posti nascosti che non fanno che prendere spazio. Butta subito una penna se ti accorgi che non scrive e non rimetterla nel portapenne, butta anche gli scontrini e gli imballaggi. Ti sentirai subito meglio.

5. Datti dei limiti

Se nella tua libreria non entrano più libri, è meglio non comprarne altri o comunque è bene liberarsi di quelli che non ti servono. Lo stesso si può dire del tuo armadio o della tua scarpiera.

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo!