Arredare con la consolle: 5 posti in cui posizionarla

Arredare con la consolle: 5 posti in cui posizionarla
Ultime notizie Team Casarreda Store

Quell’angolo della tua casa ti sembra spoglio? Ti serve un tavolo d’emergenza o un nuovo piano d’appoggio? La risposta è la consolle. Ecco come arredare con la consolle

Optare per una consolle significa trovare una soluzione alla mancanza di spazio o di piani d’appoggio in casa. La consolle, infatti, è uno dei complementi d’arredo più versatili: funge da elemento decorativo, tavolo allungabile d’emergenza, piano d’appoggio funzionale o salvaspazio.

Arredare con la consolle è semplicissimo, basta sceglierla con gusto e posizionarla nel punto giusto della casa, secondo le tue esigenze. Sarà la tua alleata quando, entrando in casa, non saprai dove poggiare le chiavi, gli occhiali, il cellulare, e sarà un posto ben visibile per le tue cose, per non dimenticare tutto l’essenziale prima di uscire.

Le consolle, comunque, non sono solo funzionali ma possono essere anche bellissimi oggetti di design che doneranno personalità alla tua casa e diventare il punto focale dell’ambiente in cui sono posizionate. Non semplici “poggia-cose”, quindi, ma anche bei complementi impreziositi da soprammobili particolari e preziosi o lampade per valorizzarli al meglio.

La linea sottile e la poca profondità della sua struttura, inoltre, fanno della consolle un elemento perfetto per vestire i piccoli spazi senza problemi, come corridoi e ingressi, ma sono adatte anche per altre stanze come salotti, studi o camere da letto. Se si sceglie un modello fisso, la profondità di una consolle varia tra i 35-40 cm, mentre l’altezza può arrivare anche a 80 cm. Se si sceglie un modello trasformabile in tavolo, allora, la profondità può arrivare anche a 50 cm e l’altezza a 75.

Arredare con la consolle: 5 posti in cui posizionarla

Vediamo quali tipi di consolle esistono e dove posizionarle al meglio in casa.

Arredare con la consolle: i meccanismi di apertura

Come abbiamo già accennato, le consolle possono essere fisse o trasformabili. Prima di acquistarla, infatti, ci si deve chiedere a cosa servirà in casa: se avrà funzione di tavolo di emergenza, semplice decorazione in un angolo morto, piccolo piano d’appoggio o tutte queste funzioni insieme.

Le consolle, comunque, sono tantissime e la scelta è davvero ampia e adatta ad ogni esigenza. Vediamo quali sono i vari meccanismi di apertura se si sceglie una consolle trasformabile:

Meccanismo a ribalta: quando si ha l’esigenza di avere uno scrittoio piuttosto che un tavolo vero e proprio, si può optare per il meccanismo più semplice a ribalta, o a libro, che prevede un semplice sdoppiamento del piano grazie a delle cerniere a scomparsa.
Meccanismi telescopici: è un meccanismo che prevede di far scorrere le gambe della consolle tirandola da un lato e allungando, di conseguenza, il piano d’appoggio fin dove serve. Il meccanismo è nascosto all’interno della consolle chiusa e, spesso, è accompagnato da rotelle, anch’esse nascoste nel sostegno.
Meccanismo con top aggiuntivi: se hai la necessità, invece, di avere un tavolo che diventi molto grande, allora è bene scegliere una consolle con top aggiuntivi che si appoggiano sulla struttura allungabile del mobile. Alcuni modelli contengono all’interno i top, altri prevedono che li si conservi altrove.

Tutti questi tipi di consolle sono disponibili in CasarredaStore!

Arredare con la consolle: dove la metto?

Grazie alla sua struttura minuta e al suo design, la consolle è talmente versatile da poter essere posizionata in ogni stanza della casa ed essere utile sempre. Ecco 5 soluzioni:

Nell’ingresso: la più classica collocazione della consolle è all’ingresso poiché, essendo di solito uno spazio meno esteso di altre stanze, si presta ad un mobile tanto piccolo come la consolle che fungerà come appoggio e decorazione, per rendere l’ingresso più accogliente possibile.
In corridoio: per lo stesso motivo, ossia per quanto riguarda lo spazio disponibile da occupare, una consolle sta ottimamente anche in un corridoio, fissa o mobile che sia.
Nello studio: quando la scrivania e le mensole non bastano, una consolle può essere più che utile anche in uno studio dove, oltre a donare eleganza all’ambiente, può compiere la funzione di continuazione della scrivania, accogliendo un telefono, block notes, penne, agende e calendari o fungere da scrittoio.
In camera da letto: quale donna non sogna un angolo make-up in camera da letto, o un’area relax con scrittoio. In questo caso, scegli un modello fisso e con cassetti, circondala di specchi e lampade da parete e una comoda sedia e il gioco è fatto!
In un angolo del salotto: se non hai uno studio ma ti piacerebbe avere un angolo per le tue attività, una consolle in un angolo del salotto può fare al caso tuo, soprattutto se posizionata vicino ad una finestra e in prossimità dei collegamenti elettrici per eventuali lampade e PC.