Arredare in stile parigino: 6 cose che non devono mancare

Arredare in stile parigino: 6 cose che non devono mancare
Ultime notizie Rita Guitto

Se hai gusti sofisticati e romantici, arredare in stile parigino la tua casa potrebbe fare al caso tuo. Vediamo come farlo nel modo giusto

Parigi è una città amatissima da molti. Piena di stile, elegante, una delle città più romantiche del mondo, circondata da arte, cultura, storia e bellezza. Arredare in stile parigino la propria casa, quindi, può aiutare a sentirsi lì, anche se ci si trova in Italia o altrove.
Lo stile delle case parigine, infatti, porta con sé un’eleganza senza eguali, ricco di mobili di varie epoche, dettagli curatissimi e mai eccessivi dal fascino romantico e sofisticato.
Ecco cosa devi tenere presente se hai deciso di arredare casa in stile parigino.

Arredare in stile parigino: le caratteristiche architettoniche dell’ambiente

Gli appartamenti parigini sono unici nel loro stile, proprio per quanto riguarda l’architettura. Le nostre case non sono così ma non è difficile imitare quelle francesi. Vediamo quali sono le loro caratteristiche principali:

  • Colori: il bianco la fa da padrone. Le case parigine hanno sempre le pareti bianche, o comunque chiarissime, che riflettono la luce e rendono gli ambienti più ariosi. Anche i colori pastello, magari accostati proprio al bianco, sono una scelta parecchio felice.
  • Pareti lavorate: le pareti parigine non sono semplici pareti, ma veri e propri elementi d’arredo. Ricche di cornici, modanature e decorazioni varie. Le boiserie la fanno da padrone e fanno da sfondo ad un arredamento classico e sontuoso.
  • Parquet: nelle case parigine il parquet non manca mai! Che sia scuro, chiaro, di rovere, con disegni geometrici o a spina di pesce, è un elemento essenziale di questo stile.
  • Lampadari importanti: un altro elemento immancabile è il lampadario, che nelle case parigine è sempre ricco e grande, soprattutto nel salotto.

Come arredare una casa in stile parigino: 6 elementi immancabili

Le case in stile parigino reinterpretano l’eleganza dei palazzi nobiliari, anche se in chiave moderna. Non è raro, infatti, trovare arredi moderni mescolati a pezzi di antiquariato.
Nonostante sia uno stile moderno, però, stona con la tecnologia spudorata, quindi è sempre meglio nascondere gli elementi elettronici dall’aspetto troppo moderno.
Ecco cosa non deve mai mancare per arredare in stile parigino:

  1. Cornici: le cornici sono un vero must dell’arredamento parigino. Dovranno essere imponenti, meglio se dorate. Spesso fanno da contorno a paesaggi classici e bucolici, di pieno gusto francese.
  2. L’uso dell’oro e dei metalli: non manca mai nemmeno l’oro, ma per non rischiare un effetto troppo pesante, si può usare solo in qualche elemento d’arredo qui e là, come cornici, vasi, piedi di tavolini o divani.
  3. Mobili poco ingombranti: le case parigine sono, solitamente, molto strette. Per questo motivo, i mobili sono su misura. Non a caso sono famosissimi i letti alla francese, ossia ad una piazza e mezzo, e i piccoli tavolini da bistrot.
  4. La cura dei particolari: piccoli ma pieni di dettagli e particolari, coerenti con l’eterna ricerca del bello che distingue lo stile parigino. Ogni particolare è super curato e decorato.
  5. Divani e poltrone imbottite: proprio per lo sguardo verso il passato, in una casa in stile parigino sono immancabili i divani e le poltrone imbottite e con piedini di legno dorato, tante librerie affollate e tavolini in stile Luigi XIV ai lati del divano.
  6. La vasca con i piedini: e non dimentichiamo l’iconicissima vasca con i piedini in bagno (o anche in camera da letto per chi ha gusti più originali).

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!