Come arredare la casa in stile industriale: idee e consigli (FOTO)

Come arredare la casa in stile industriale: idee e consigli (FOTO)
Ultime notizie Team Casarreda Store

Per una casa contemporanea e vintage allo stesso tempo, che abbia personalità e da arredare in maniera low-cost, lo stile industriale è quello che fa per te. Ecco come arredare la casa in stile industriale

Circa a metà degli anni ’50, a New York, nasce un modo tutto nuovo di concepire l’abitazione cittadina, quando numerosi magazzini e vecchi depositi sono stati riutilizzati come lussuosi appartamenti. I primi loft e openspace cominciano a farsi spazio e si impone lo stile industriale, caratterizzato da materiali, forme e colori molto duri.

Se hai un loft dai soffitti molto alti e delle grandi finestre o uno spazioso openspace, lo stile industriale è quello che più si adatta a questo tipo di abitazione, ma se possiedi un piccolo appartamento o un monolocale non devi per forza rinunciarci! Ti spiegheremo, infatti, come arredare la casa in stile industriale.

Come arredare la casa in stile industriale: gli elementi base

Lo stile industriale nasce per arredare grandi spazi formati da un unico ambiente che ospita salotto e cucina e una grande scala in ferro o in legno che porta ad un soppalco, dove di solito viene attrezzata la camera da letto. Ovviamente, non tutti posseggono un’abitazione con questo tipo di struttura ma in alternativa, se non vuoi rinunciare allo stile industriale per la tua casa, si può comunque arredare ogni singola stanza con questo tema. Basta solo seguire alcune regole di stile:

Materiali metallici: questo stile è fortemente legato ai materiali metallici che vanno dall’acciaio alla latta, passando per l’alluminio e il ferro dalle finiture opache.
Colori spenti: il grigio con tutte le sue tonalità, è il colore must have dello stile industriale. Accompagnato anche dal nero, il beige o il bianco, il grigio darà alla tua casa un aspetto minimal e chic richiamando gli elementi metallici della tua abitazione. Ma se vuoi osare e dare un effetto strong puoi anche giocare sui contrasti optando per un complemento d’arredo fuori gamma, come un divano colorato o una libreria.
Forme dure: le linee dei mobili e dei complementi sono squadrate e geometriche.
Tutto a vista: lo stile industriale tende a mostrare e non a nascondere. Per questo motivo è fondamentale valorizzare l’ambiente conservando tutto ciò che c’è di originale, in caso di ristrutturazione. Muri di mattoni, travi, impianti elettrici e tubi, tutti rimessi a nuovo e assolutamente a vista. Se c’è un pavimento di cemento è bene tirarlo a lucido o al massimo coprirlo con uno in resina o in legno grezzo.
Mobili grezzi: la mobilia deve essere semplice e vissuta, dalle linee dritte e che permettano alla luce di mettere in evidenza le saldature.
Complementi d’arredo vintage: lo stile industriale si presta ad elementi d’arredo che variano di epoca e provenienza. Molto indicati i mobili e i complementi d’arredo vintage che realmente venivano usati nelle industrie, come lampade, tavoli e sedie. Parti di un macchinario, ingranaggi vecchi orologi possono essere perfetti come oggetti decorativi.
Lampade grandi: i veri loft newyorkesi hanno la particolarità di avere grandi e luminosissime finestre che irradiano l’intero ambiente. Puoi ricreare lo stesso effetto nella tua casa installando grosse lampade da soffitto che aiuteranno a dare anche un efficace “effetto fabbrica”.

Se la tua casa è da ristrutturare, lo stile industriale è quello più adatto da scegliere, non solo per esigenze estetiche, ma anche economiche poiché formato da oggetti rustici e vintage e alla valorizzazione del grezzo.

Come arredare la casa in stile industriale senza rendere troppo freddo l’ambiente

Se si seguono per filo e per segno tutti gli accorgimenti per rendere il tuo appartamento il più industriale possibile, però, c’è il rischio che tu trasforma la tua casa in una vera e propria fabbrica, fredda e poco accogliente. Sii sempre attento a quella che è la tua personalità e alle tue esigenze e rendi lo stile industriale più morbido grazie ad alcuni accorgimenti.

Come prima cosa, è bene contrastare il metallo con il legno, sempre perfetto per lo stile industriale, ma di sicuro meno duro e più caldo. Anche per quanto riguarda le forme e le linee squadrate e aspre del tuo mobilio c’è una soluzione, ed è quella di optare per decorazioni e soprammobili che siano di forme tondeggianti e dolci, come vasi, lampade o orologi da tavolo. È bene, poi, anche stemperare il grigio e i colori neutri usati per il tuo arredamento con qualche oggetto dai colori un po’ più forti e allegri ma che siano in armonia con il resto.
Infine, per regalare un’atmosfera accogliente alla tua casa, non sottovalutare l’importanza dei tessuti e scegli fibre naturali per i tuoi cuscini, tappeti ed eventuali tende.

Come arredare la casa in stile industriale stanza per stanza

Se hai un grande openspace o un loft, parlare di stanze è un po’ fuori luogo data la continuità dell’ambiente, ma se hai un normale appartamento o una villa ti spiegheremo come arredare la casa in stile industriale stanza per stanza.

Il salotto

Il salotto in stile industrial ha un fascino particolare tra il metropolitano e il moderno. Non è raro trovare nella zona living anche la cucina, oppure, angoli guardaroba completamente a vista. Il pezzo forte dell’arredamento è sicuramente il divano, e qualche eventuale poltrona, in pelle e dai toni neutri. Magari che contornano una stufa in ghisa o un camino in vetro e acciaio come i nostri meravigliosi camini DAMA e GLASS.
Per completare l’ambiente, mai sottovalutare i soprammobili e le decorazioni, come maxi tele appoggiate alle pareti e tante mensole da sfruttare come librerie o piani d’appoggio. Guardati sempre intorno se entri in un mercatino dell’usato, può nascondere molte belle sorprese per l’arredamento della tua casa.
Il tocco in più: per sottolineare lo stile industriale, il segreto è usare pezzi di ingranaggi o di macchinari per decorare le pareti o le stanze della tua casa.

La cucina

Una cucina dai mobili in acciaio è perfetta per completare un arredamento in questo stile, ma va bene anche una cucina in legno, a patto che i mobili siano minimal e lineari. Ai pensili chiusi, preferisci le mensole in legno e i binari da muro che ti permetteranno di lasciare a vista piatti e pentole e gli accessori da cucina, proprio come se fossero attrezzi da lavoro.
Per quanto riguarda tavolo e sedie, perché non optare per un’ambientazione da bar in pieno stile industriale? Per farlo, basta solo arredare la cucina con tavolini e sedie colorate da bar, con seduta in ferro e un design retrò, o meglio sgabelli modello “singer”. Se non ti piace l’idea, allora puoi scegliere un tavolo costituito da un pianale in legno di recupero e sedie dalle linee essenziali.
Il tocco in più: se il tuo appartamento si trova in uno stabile d’epoca, potresti pensare di eliminare l’intonaco da una delle pareti più libere della cucina per mostrare i mattoni originali, oppure, se vivi in uno stabile moderno, potresti dipingere di nero una delle pareti per trasformarla in una vera e propria lavagna.

Come arredare la casa in stile industriale: idee e consigli (FOTO)

La camera da letto

La camera da letto deve essere soprattutto accogliente. È quindi consigliabile ammorbidire lo stile industriale grazie all’uso di tappeti e biancheria dai colori tenui e dai tessuti naturali. Il letto sarà protagonista e, per rispettare a pieno lo stile industriale, sarà realizzato con i pallet o, per essere più sofisticati, in ferro battuto, legno o pelle.

Come arredare la casa in stile industriale: idee e consigli (FOTO)

Il bagno

Cemento, vetro, legno, tubi a vista e colori tenui sono un mix perfetto per un bagno in pieno stile industriale. Se hai la fortuna di avere nel tuo bagno una vasca antica originale rimettila a nuovo o, in alternativa, creane una nel cemento. Il cemento è una buona soluzione anche per i lavandini. Per dividere gli spazi, opta per il vetro o il vetrocemento.

Come arredare la casa in stile industriale: idee e consigli (FOTO)