Come pulire il materasso: ecco alcuni metodi

Come pulire il materasso: ecco alcuni metodi
Ultime notizie Team Casarreda Store

È molto importante dormire in un ambiente pulito e fresco per non dover affrontare allergie, asma o malanni più seri. Ecco perché il tuo materasso deve essere libero dalla sporcizia. Ecco come pulire il materasso

Un terzo della giornata lo passi nel tuo letto, per questo è fondamentale assicurarsi che la qualità del tuo materasso sia eccellente e, soprattutto, bisogna averne cura nel conservarlo e pulirlo periodicamente per garantirti il massimo dell’igiene e del confort per più tempo possibile.

Polvere, sporcizia e umidità sono terreno fertilissimo per gli acari che possono causare gravi reazioni allergiche nei soggetti sensibili, insonnia, sfoghi cutanei e difficoltà di respirazione. Ma gli acari non sono i nostri peggior nemici poiché il materasso entra di frequente a contatto con molte sostanze, soprattutto se in casa si hanno animali domestici o bambini piccoli.

Per dormire sonni sereni e salutari è importantissima una perfetta igiene del luogo in cui dormiamo, ecco, quindi, come pulire il materasso.

Come pulire il materasso con rimedi naturali

Prima di pulire e disinfettare il tuo materasso è essenziale usare un’aspirapolvere per eliminare, da subito, la maggior parte di polvere e acari. Successivamente all’aspirapolvere, si possono usare diversi metodi naturali per disinfettare il materasso, vediamo quali:

Bicarbonato: il bicarbonato è grande alleato della pulizia e, in questo caso, è un ottimo anti-odore e igienizzante. Per disinfettare il materasso basta cospargere sulla sua superficie del bicarbonato di sodio in polvere e lasciarlo riposare per almeno 24 ore (ovviamente non bisogna dormirci su). Il giorno dopo, il materasso va sbattuto, aspirato e poi spazzolato lungo le cuciture per rimuovere ogni residuo. Ma con il bicarbonato c’è ancora un altro metodo, l’applicazione umida utile per rimuovere anche le macchie. In un litro di acqua tiepida vanno sciolti due cucchiaini di bicarbonato, con un panno in microfibra imbevuto o con uno spruzzino, poi, si cosparge l’intero materasso. Il tessuto deve asciugarsi all’aria aperta.

Vapore e acqua ossigenata: se il materasso presenta macchie di sangue o urina, è meglio affidarsi anche ad un altro trattamento igienizzante. Il vapore, ad esempio, è infallibile. Basta passare il bocchettone del vapore su tutta l’intera superficie del materasso, insistendo sulle macchie, dopodiché si tamponano queste ultime con un panno in microfibra. Noterai che le macchie saranno molto meno visibili. L’acqua ossigenata, invece, è perfetta per trattare eventuali macchie di sangue, basta versare qualche goccia sulla zona da trattare e strofinare un po’ con un panno di cotone.

Limone e aceto: macchie di caffè, make-up o bibite colorate possono essere eliminate con una soluzione a base di limone e aceto. Versa un terzo di bicchiere di succo di limone e mezzo bicchiere di aceto in un po’ di acqua tiepida e usa un erogatore spray per spruzzare la soluzione direttamente sulla macchia da trattare. Dopodiché strofina fino a che la macchia non si è attenuata.

8 consigli per conservare bene il tuo materasso

Un materasso, di solito, si cambia una volta ogni dieci anni, ovviamente se tenuto bene. Se vuoi preservare il tuo materasso e tenerlo in buono stato per molto tempo, segui questi semplici consigli:

Non farti mai mancare un coprimaterasso: la cosa migliore da fare per evitare che il materasso si sporchi o che si impolveri è comprare un coprimaterasso di ottima qualità che si possa facilmente lavare in lavatrice, facendoti risparmiare moltissimo tempo. Ricordati di lavarlo con detergenti disinfettanti a 60 o 90° gradi se eccessivamente sporco, dopodiché stiralo per garantire un’ulteriore sterilizzazione.
Passa l’aspirapolvere spesso: per eliminare bene la polvere, passa l’aspirapolvere sul materasso almeno una colta al mese.
Gira il materasso una volta a settimana: è importante che entrambi i lati del materasso vengano arieggiati per evitare la formazione di muffa. Per questo motivo, è consigliabile girare il materasso una volta ogni due settimane, o almeno una volta al mese, a meno che il tuo materasso non abbia un lato dedicato alla stagione estiva o invernale.
Prenditi cura dell’intero letto: ovviamente, per assicurarti una giusta igiene non devi limitarti a igienizzare solo il materasso ma anche le lenzuola, il coprimaterasso, i guanciali e la struttura. La biancheria va lavata in acqua bollente almeno una volta a settimana per eliminare gli acari.
Attenzione alle cuciture: dedica molta attenzione anche alle cuciture del tuo materasso. È li che la maggior parte di sporcizia, polvere e acari si concentra. Lavale ogni due settimane circa.
Fai arieggiare il letto: quando ti alzi, non rifare subito il letto ma scoprilo e lascialo arieggiare per almeno 30 minuti in modo da far evaporare l’umidità accumulata durante la notte.
Fai arieggiare la stanza: anche nelle stagioni fredde, apri la finestra della tua camera per almeno un’ora al giorno.
Utilizza una rete a doghe: una rete a doghe assicura una buona aereazione del materasso (a meno che tu non abbia un letto contenitore, in quel caso tienilo alzato per qualche ora durante il giorno).

CasarredaStore ti offre reti a doghe in legno di ottima qualità come la rete POWER 1, fissa, ergonomica e con ammortizzatori di peso, la rete STRONG, fissa a doghe in legno di faggio e struttura un metallo e la rete ALPHA, in doghe e struttura completamente in faggio.