Difendere i mobili dal gatto: come fare

Difendere i mobili dal gatto: come fare
Ultime notizie Team Casarreda Store

Quando si hanno in casa animali, soprattutto i gatti con i loro insidiosi artigli, i nostri mobili sono sempre in pericolo. Ecco alcuni metodi su come difendere i mobili dal gatto

Quando si hanno in casa animali, soprattutto i gatti con i loro insidiosi artigli, i nostri mobili sono sempre in pericolo. Ecco alcuni metodi su come difendere i mobili dal gatto

Chiunque abbia un amico peloso in casa, soprattutto se è un gatto, sa benissimo che i mobili, divani e tappeti sono in costante pericolo. Per noi, il loro graffiare, mordicchiare e giocare con i mobili è un atteggiamento del tutto distruttivo e da evitare, per loro è una necessità. Ma ci sono dei metodi per difendere i mobili dal gatto!

Perché i gatti hanno questo innato bisogno di farsi le unghie su ogni cosa? Per i gatti è un comportamento del tutto naturale e ne hanno bisogno per pulire e affilare le proprie unghie, lasciare marchi olfattivi e per fare attività fisica, estendendo spalle e zampe.

Quindi, per i gatti, che non sanno distinguere il giusto dallo sbagliato, sarà sempre una necessità farsi le unghie e tu non puoi che proteggere i tuoi mobili con pazienza, ingegno e l’addestramento giusto per il tuo animale domestico.

Come fare? Te lo spieghiamo noi!

Difendere i mobili dal gatto: ecco alcuni metodi

Il tuo gatto, quindi, userà sempre i suoi artigli e tu non puoi impedirglielo ma puoi addestrarlo a non usarli sui tuoi preziosissimi mobili con un po’ di pazienza. Dimentica di ricorrere al barbaro “Declawing”, ossia di strappare chirurgicamente le unghie del gatto dal veterinario, e segui i nostri semplici consigli:

Acquista uno o più tiragraffi: offri un’alternativa ai mobili al tuo gatto e compragli un tiragraffi per permettergli di rifarsi le unghie senza fare danni. Ne esistono davvero tantissimi in commercio, di ogni dimensione o forma, piatti come un tappeto o verticali, in sughero, di legno, di corda o di sisal. Comprane più di uno per andare in contro alle esigenze del tuo gatto. L’importante, comunque, è che il tiragraffi sia ben stabile, se si muove troppo, non sarà gradito, e che sia tanto alto quanto il tuo gatto per permettergli di stiracchiarsi. Evita quelli in materiali troppo morbidi e scegline uno che sia più simile possibile come consistenza ad un albero. La strategia migliore è quello di posizionare il tiragraffi vicino al mobile su cui il tuo gatto si fa le unghie e, per invogliarlo ad usarlo, strofinagli sopra dell’erba gatta.

Addestra il gatto: molti gatti, alla vista di un tiragraffi, sono tentati di usarlo. Ma non è sempre così. Molte volte, infatti, il gatto va guidato verso questo nuovo strumento. Una volta comprato il tiragraffi e posizionato vicino al mobile vittima del tuo gatto, osserva bene la situazione. Se sei fortunato, il tuo gatto userà il tiragraffi, se invece non lo farà e si accanirà di nuovo sui mobili, non sgridarlo o punirlo, avvicinati e dì con voce decisa un secco “NO!”. Successivamente, accompagnalo al tiragraffi e mima l’atto di grattare. Ogni volta che il gatto decide di usarlo spontaneamente, ricompensalo con snack e carezze. Un altro metodo per evitare che il micio usi i tuoi mobili per farsi le unghie spruzzagli dell’acqua sul nasino, gli darà molto fastidio e a lungo andare assocerà i mobili allo spiacevole spruzzo d’acqua.

Lascia che il tuo gatto esplori l’esterno: i gatti, si sa, sono molto indipendenti. Lascia che sia libero di esplorare l’esterno e che esca di casa quando ne ha bisogno. In questo modo sarà anche meno interessato ai tuoi mobili, poiché avrà sicuramente trovato un albero su cui farsi le unghie quando vuole.

Proteggi i tuoi mobili con pellicola o alluminio: se il tuo gatto fatica a prendere confidenza con il tiragraffi, comincia a rivestire alcuni lati dei mobili con della pellicola o dell’alluminio. Il gatto odia toccare certi materiali.

Spruzza sui mobili sostanze agrumate o dissuasori: in commercio esistono degli spray dissuasori, privi di odore per noi ma sgradevoli per il gatto, creati appositamente per dissuaderli dall’avvicinarsi ai mobili. In alternativa, è buono sapere che i gatti non apprezzano gli odori agrumati, quindi puoi preparare un mix di olio di agrumi da spruzzare sui mobili così da allontanare il micio e, allo stesso tempo, dare un buon odore alla tua casa.

Usa un proteggidivano morbido: se quello preso più di mira è il divano, prova a rivestirlo con un copridivano morbido. La consistenza non piacerà al gatto e desisterà dal graffiarlo.

Proteggi i mobili quando non ci sei o quando dormi: quando non sei a casa o durante le ore notturne, conviene impedire al gatto di avvicinarsi ai mobili. Puoi ricoprire questi ultimi con dei teli di plastica o puoi chiudere le stanze in cui il tuo gatto non dovrà avere accesso.

Applica coperture alle unghie del tuo gatto: se nessuno di questi metodi ha funzionato, allora puoi ricorrere gli applicatori in gomma per le unghie del tuo gatto. Si trovano facilmente sul mercato e vanno applicate alle unghie con l’aiuto di un veterinario e cambiate ogni due mesi circa.